lunedì 27 febbraio 2017

Lorenzo De' Medici - Canti carnascialeschi - Canzona de' sette pianeti


Sette pianeti siam, che l'alte sede
lasciam per far del cielo in terra fede.

Da noi son tutti i beni e tutti i mali,
quel che v'affligge miseri, e vi giova;
 

Ciò ch'agli uomini avviene, agli animali
e piante e pietre, convien da noi muova:
sforziam chi tenta contro a noi far pruova;
conduciam dolcemente chi ci crede.

Maninconici, miseri e sottili;
ricchi, onorati, buon' prelati e gravi;


Sùbiti, impazïenti, fèr', virili;
pomposi re, musici illustri, e savi;
astuti parlator', bugiardi e pravi;
ogni vil opra alfin da noi procede.

Venere grazïosa, chiara e bella
muove nel core amore e gentilezza:


Chi tocca il foco della dolce stella,
convien sempre arda dell'altrui bellezza:
fère, uccelli e pesci hanno dolcezza:
per questa il mondo rinnovar si vede.

Orsù! seguiam questa stella benigna,
o donne vaghe, o giovinetti adorni:
tutti vi chiama la bella Ciprigna
a spender lietamente i vostri giorni,
senz'aspettar che 'l dolce tempo torni,
ché, come fugge un tratto, mai non riede.
 

Il dolce tempo ancor tutti c'invita
lasciare i pensier' tristi e' van' dolori:
mentre che dura questa brieve vita,
ciascun s'allegri, ciascun s'innamori.
Contentisi chi può: ricchezze e onori
per chi non si contenta, invan si chiede. 



Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./lorenzo-de-medici-canzona-de-sette-piane



domenica 26 febbraio 2017

Theremin soundscape





Un brano strumentale con venature molto cupe ed elettroniche con theremin e pad... per un ascolto migliore si consiglia l'uso delle cuffie!

Il video è disponibile sul canale di youtube al seguente link:

https://youtu.be/fUmrT5V4GzY

Mentre sul canale di newgrounds troverete l'audio:

http://www.newgrounds.com/audio/listen/730546

Per contattarmi potete inviarmi un messaggio sulla pagina facebook al seguente link:

https://www.facebook.com/Terroristi-musicali-production-51201297333/

Mentre per sentire qualche album potrete farlo su bandcamp:

https://terroristimusicali.bandcamp.com/

Buon ascolto e grazie per la visione!

venerdì 24 febbraio 2017

Francesco Petrarca - Il canzoniere - Solo et pensoso

 
Solo et pensoso i piú deserti campi
vo mesurando a passi tardi et lenti,
et gli occhi porto per fuggire intenti
ove vestigio human l’arena stampi.

Altro schermo non trovo che mi scampi
dal manifesto accorger de le genti,
perché negli atti d’alegrezza spenti
di fuor si legge com’io dentro avampi:

sì ch’io mi credo omai che monti et piagge
et fiumi et selve sappian di che tempre
sia la mia vita, ch’è celata altrui.

Ma pur sí aspre vie né sí selvagge
cercar non so ch’Amor non venga sempre
ragionando con meco, et io co’llui. 

Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo - assieme ad altri due sonetti tratti sempre da "il canzoniere" - al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./petraca-3-sonetti 

Buon ascolto! 

martedì 21 febbraio 2017

Francesco Petrarca - Il canzoniere - La vita fugge et non s'arresta una hora




La vita fugge, et non s’arresta una hora,
et la morte vien dietro a gran giornate,
et le cose presenti et le passate
mi dànno guerra, et le future anchora;

e ’l rimembrare et l’aspettar m’accora,
or quinci or quindi, sí che ’n veritate,
se non ch’i’ ò di me stesso pietate,
i’ sarei già di questi penser’ fòra.

Tornami avanti, s’alcun dolce mai
ebbe ’l cor tristo; et poi da l’altra parte
veggio al mio navigar turbati i vènti;
 
veggio fortuna in porto, et stanco omai
il mio nocchier, et rotte arbore et sarte,
e i lumi bei che mirar soglio, spenti. 


Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo - assieme ad altri due sonetti tratti sempre da "il canzoniere" - al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./petraca-3-sonetti

Buon ascolto!

domenica 19 febbraio 2017

Francesco Petrarca - Il canzoniere - Voi che ascoltate in rime sparse il suono


Voi ch'ascoltate in rime sparse il suono
di quei sospiri ond'io nudriva 'l core
in sul mio primo giovenile errore
quand'era in parte altr'uom da quel ch'i' sono,

del vario stile in ch'io piango et ragiono
fra le vane speranze e 'l van dolore,
ove sia chi per prova intenda amore,
spero trovar pietà, nonché perdono.

Ma ben veggio or sí come al popol tutto
favola fui gran tempo, onde sovente
di me medesmo meco mi vergogno;

et del mio vaneggiar vergogna è 'l frutto,
e 'l pentersi, e 'l conoscer chiaramente
che quanto piace al mondo è breve sogno.

Sulla piattaforma di spreaker potrete trovare la lettura di questo testo - assieme ad altri due sonetti tratti sempre da "il canzoniere" - al seguente link:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./petraca-3-sonetti

Buon ascolto!

sabato 18 febbraio 2017

Psichedelic trance


Un brano psichedelico con molte influenze ambient e noise... L'atmosfera che ne è venuta fuori sembra l'interno di una astronave.

Su youtube potrete trovare il video al seguente link: 

https://youtu.be/gVJThhvmaNU 

Mentre su newgrounds l'audio: 

http://www.newgrounds.com/audio/listen/727258

Per contattarmi anche su facebook ecco il link della pagina: 

https://www.facebook.com/Terroristi-musicali-production-51201297333/

Buon ascolto e grazie per la visione! 

lunedì 13 febbraio 2017

Almeno una volta - Marco Sommariva



Il mal di testa che hai ogni sera è causato dal frastuono
di ferraglia che tutto il giorno ti segue passo passo: sono le
tue catene: liberatene!

Almeno una volta nella tua esistenza prova a spezzare le
catene e a spiegare le ali, e se pensi che non hai catene da
spezzare vuol dire che ti hanno già taliato le ali.


Racconto breve tratto dal libro "50 sfumature diverse" edito dalla casa editrice more nocturne books e disponibili nei vari digital store.

L'audio di questo testo è disponibile sulla pagina di spreaker:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./sommariva-almeno-una-volta

Buona lettura e \ o ascolto! 

martedì 7 febbraio 2017

Ebrietà - Boris Pasternak


Ciao a tutti! Ecco una mia nuova partecipazione con Noemi Garbo che legge "Ebrietà" di Boris Pasternak con un mio accompagnamento sonoro...

A seguire il testo di questa poesia:

 
Sotto il salice avvinto dall'edera,
cerchiamo scampo all'intemperie.
Ci ripara le spalle un mantello,
intorno a te le mie braccia si avvincono.

Ma no. Le piante nel folto
non s'avvolgono d'edera, ma d'ebrietà.
Stendiamo, allora, questo mantello 
sotto di noi in tutta la sua ampiezza.
 
 Il video è disponibile al seguente link: 
 
https://youtu.be/gpXhObJECTM
 
Mentre sulla sua pagina   
https://www.youtube.com/user/ladypiperita
l'appuntamento è fissato ad ogni venerdì con nuove letture. 
Canale consigliato per chi ama la poesia. 
 
Buon ascolto e grazie per la visione!