lunedì 22 maggio 2017

Michelangelo Buonarroti - Rime - Chiunque nasce a morte arriva

 
Chiunche nasce a morte arriva
nel fuggir del tempo; e ’l sole
niuna cosa lascia viva.
 

Manca il dolce e quel che dole
e gl’ingegni e le parole;
e le nostre antiche prole
al sole ombre, al vento un fummo.
 

Come voi uomini fummo,
lieti e tristi, come siete;
e or siàn, come vedete,
terra al sol, di vita priva.
 

Ogni cosa a morte arriva.
Già fur gli occhi nostri interi
con la luce in ogni speco;
or son voti, orrendi e neri,
e ciò porta il tempo seco. 


Sul canale di spreaker troverete l'audio della lettura di questo testo: 

 https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./michelangelo-buonarroti-rime-chiunque-na

Buon ascolto! 

lunedì 8 maggio 2017

Ludovico Ariosto - La favola della luna







Nel tempo ch'era nuovo il mondo ancora,
e che inesperta era la gente prima,
e non eran l'astuzie che sono ora;
a piè d'un alto monte, la cui cima
parea toccasse il cielo, un popol, quale
non so mostrar, vivea nella valle ima ;
che più volte osservando la ineguale
luna, or con corna or senza, or piena or scema ,
girar il cielo al corso naturale ;
e credendo poter dalla suprema
parte del monte giungervi, e vederla
come si accresca e come in sé si prema ;
 
chi con canestro, chi con sacco per la
montagna, cominciar correre in su,
ingordi tutti a gara di volerla.
 
Vedendo poi non esser giunti più
vicini a lei, cadeano a terra lassi,
bramando invan d'essere rimasti giù.
 
Quei ch'alti li vedean dai poggi bassi,
credendo che toccassero la luna,
dietro venian con frettolosi passi.
 
Questo monte è la ruota di Fortuna ,
nella cui cima il volgo ignaro pensa:
ch'ogni quiete sia, né ve n'è alcuna.


Su spreaker potete trovare l'audio: 

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./ludovico-ariosto-la-favola-della-luna 

lunedì 1 maggio 2017

Ludovico Ariosto - Chiuso era il sol



Chiuso era il sol da un tenebroso velo
che si stendea fin all'estreme sponde
de l'orizonte, e murmurar le fronde
e tuoni andar s'udian Scorrendo il cielo;
 

Di pioggia in dubbio o tempestoso gelo,
stav' io per ire oltra le torbid'onde
del fiume altier che 'l gran sepolcro asconde
del figlio audace del signor di Delo;
 
Quando apparir su l'altra ripa il lume
de' bei vostri occhi vidi, e udii parole
che Leandro potean farmi quel giorno.
 
E tutto a un tempo i nuvoli d'intorno
si dileguaro e si scoperse il sole;
tacquero i venti e tranquillossi il fiume.


Su spreaker potrete trovare l'audio:

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./ludovico-ariosto-chiuso-era-il-sol 

lunedì 10 aprile 2017

Jacopo Sannazzaro - Icaro cadde qui: queste onde il sanno


Icaro cadde qui: queste onde il sanno,
che in grembo accolser quelle audaci penne:
qui finìo il corso, e qui 'l gran caso avvenne,
che darà invidia agli altri che verranno.

Avventuroso e ben gradito affanno,
poi che morendo eterna fama ottenne:
felice chi in tal fato a morte venne,
che sì bel pregio ricompensi il danno.

Ben può di sua ruina esser contento;
s'al ciel volando a guisa di colomba,
per troppo ardir fu esanimato e spento:

ed or del nome suo tutto rimbomba
un mar sì spazïoso, un elemento:
chi ebbe al mondo mai sì larga tomba? 


Sul canale di spreaker potrete trovare l'audio di questa poesia: 

https://www.spreaker.com/user/p.o.n.f.o.w./jacopo-sannazzaro-icaro-cadde-qui-queste 

giovedì 6 aprile 2017

Psychedelic journey - new album!




Ciao a tutti! ecco a voi il mio nuovo album disonibile su


bandcamp:

https://terroristimusicali.bandcamp.com/album/psychedelic-journey

reverbnation:

https://www.reverbnation.com/2447854/album/159445

Ecco la titletrack:

01) Theremin psichedelic journey    04:43

02) Armony for a skull                    02:57

03) Industrial pulse                          02:12

04) A dark armony                          05:29

05) Psichedelic trance                      04:32

06) Theremin soundscape               03:40


Sul canale youtube potete trovare il video di ogni singola traccia, mentre sulla pagina facebook il video delle tracce non divise.

Buon ascolto e \ o visione! 

lunedì 3 aprile 2017

Niccolò Machiavelli - Rime varie - Strambotti







Io spero, e lo sperar cresce ’l tormento:
io piango, e il pianger ciba il lasso core:

io rido, e el rider mio non passa drento:
io ardo, e l’arsion non par di fore:
io temo ciò che io veggo e ciò che io sento;

ogni cosa mi dà nuovo dolore;
così sperando, piango, rido e ardo,
e paura ho di ciò che io odo e guardo.

Sul canale di spreaker potrete trovare l'audio di questa lettura: 


Buon ascolto!

venerdì 31 marzo 2017

Make the world great again





Risposta in endecasillabi ai totalitarismi che stanno tornando di moda.


Non rendere grande la tua nazione,
ma rendi grande il mondo intero.
Abbatti ogni catena mentale,

ogni catena che ti impedisce
di essere finalmente libero.

Pensa in grande. Al di fuori di te.
C'è qualcosa che ti sta aspettando
ma non in eterno... Toglile quelle
catene. Esci! Fatti ospitare
dal mondo intero. E' la tua casa!

Scoprirai presto che non ha confini.
Non ha mura. Uno spazio aperto.
Le barriere sono solo dentro te.

Nessuna di esse può impedirti
di essere libero e viaggiare.

Rendi il mondo ancora grande. Puoi.