giovedì 15 settembre 2011

Petrarca - Il Canzoniere - La Vita Fugge



La vita fugge e non sarresta unora:
E la morte vien dietro a gran giornate;
E le cose presenti e le passate
Mi danno guerra, e le future ancora.
E
l rimembrar e laspettar maccora
Or quinci or quindi sì, che
n veritate,
Se non ch
i ho di me stesso pietate,
I
sarei già di questi pensier fôra.
Tornami avanti s
alcun dolce mai
Ebbe
l cor tristo; e poi dallaltra parte
Veggio al mio navigar turbati i venti:
Veggio fortuna in porto, e stanco omai
Il mio nocchier, e rotte àrbore e sarte,
E i lumi bei, che mirar soglio, spenti.

Nessun commento:

Posta un commento